La Sfida Interna

Nell’arco dei prossimi 5-7 anni, più del 50% delle Imprese di Famiglia italiane si troveranno ad affrontare la successione e la continuità aziendale fra generazioni. Circa il 25% delle Imprese Familiari è guidata da ultra-settantenni, un ulteriore 25% vede al comando leader con un’età compresa fra i 60 e i 70 anni.

Nonostante la continuità fra generazioni sia il “valore di fondo” prioritario di ogni Azienda di Famiglia, soltanto il 10% circa delle Imprese Familiari sopravvive alla 3° generazione.

Infatti, la continuità generazionale e d’impresa non s’improvvisa. Richiede accurata pianificazione familiare e linee guida strategiche aziendali chiare e trasferibili, alla Proprietà e al Management, attraverso una pianificazione strategica di dettaglio.

Inoltre, mentre la successione consiste in un evento istantaneo, che determina il passaggio di proprietà, la continuità, al contrario, si realizza attraverso un lungo e articolato processo che dovrebbe essere avviato per tempo, avvicinando progressivamente i discendenti all’azienda. Anche perché, la continuità riguarda il trasferimento delle capacità, dei valori, delle tradizioni e dei comportamenti.

La contestualità delle 2 sfide, se da una parte rappresenta opportunità uniche, per Crescere e Riorganizzare le Imprese Familiari, dall’altra, pone rilevanti complessità gestionali che non vanno sottovalutate e che necessitano di nuove competenze, metodologie efficaci e strumenti adeguati.

Opportunità uniche, Complessità gestionale da non sotto valutare e da affrontare con mezzi e strumenti adeguati. FBA supporta concretamente le Imprese di Famiglia per affrontare e vincere le nuove sfide. 

Scopri la Sfida Esterna